1
Ago
2018
43

La regione di Margaret River

Benvenuti nella regione più ricca di onde d’Australia, con oltre 50 surf spots in soli 130 km di costa – da Cape Naturaliste a nord fino a Cape Leeuwin a sud – meglio conosciuta come la regione di Margaret River.

Questo paradiso terrestre si trova nel Western Australia, un stato federato dell’Australia che occupa circa un terzo del continente australiano.

Margaret River è diventata famosa in tutto il mondo per le sue onde “world class”, per le vinarie e le incredibili riserve naturali che si affacciano su alcune delle spiagge più belle al mondo.

Una delle attrazioni più particolari, oltre a surfing, è la Cape to Cape walking track. Gran parte di questo sentiero scorre sulla costa. Questo offre ai visitatori l’opportunità di vedere spettacolari costiere a scoprire dove sono le migliore onde da poter surfare. Molti dei surf spots più famosi della costa sono accessibili attraverso questo sentiero.

Margaret River è famosa anche per i suoi percorsi in bici, soprattutto in mountain bike. La Regione ha infatti molti sentieri ottimi per questa disciplina, il più famoso è certamente “The Pines” che si trova appena fuori la cittadina di Margaret River.

Oltre al surfing, la Cape to Cape walking track offre anche la possibilità di praticare il windsurfing, kitesurfing, free diving, snorkelling e fishing. Tra giugno ad ottobre potrete anche avvistare la grandiosa migrazione della balene verso il nord.

Sulla costa si trovano anche molte spiagge protette dalle mareggiate dove si può nuotare, attenzione però alle giornate di mare grosso nelle quali le condizioni per i nuotatori possono diventare molto pericolose. Le spiagge più sicure per nuotare sono quelle con assenza di onde. Ovunque ci siano un po di onde ci saranno anche le famose “rips”, forti correnti che portano a largo, che sono purtroppo una delle più alte cause di morte ( per annegamento) in Australia.

Al contrario di quanti molti pensano, gli attacchi di squali sono invece una delle cause di morte più bassa in Australia, anche qui nel Western Australia diventato famoso in tutto il mondo dopo l’annullamento del Margaret River Pro, terza tappa del World Surfing Championship Tour 2018, a seguito di circostanze eccezionali e uniche che circondavano questa stagione.

Il surf è uno sport che comporta varie forme di rischio ed è unico nel fatto che gli animali selvatici abitano questo ambiente. Gli squali sono una realtà occasionale del surf in generale e tutti quelli associati a questo sport lo sanno. Bisogna quindi essere coscienti di ciò e seguire con maturazione le news, i cartelli che si trovano sulle spiagge e le possibili allerte che si trovano sulle varie App e siti di settore.

“Dorsal Shark Report” è una delle App più usate al mondo, che offre segnalazioni e avvistamenti aggiornati in tempo reale  –  chiamatelo caso o fortuna, ma in una settimana di surf in questa regione non abbiamo avvistato nemmeno uno squalo, solo tanti delfini!

L’area intorno a Cape Naturaliste è la più protetta di tutta la regione. Dunsborough è la cittadina più vicina a Cape Naturaliste (sul lato est del Capo) e questa parte di costa ha bisogno di grosse mareggiate per poter essere surfabile.

Uno dei surf spot più famosi è The Farm. L’onda rompe verso destra e sinistra su un fondale misto roccia e sabbia e per poterla raggiungere bisogna camminare circa 500m sulla spiaggia verso il centro baia. Quest’onda per formarsi ha bisogno di almeno 4 metri di mareggiata ed è una delle più frequentate dai surfisti intermedi essendo uno degli spot meno impegnativi.

Intorno a Dunsborough ci sono molti surf spots che sono protetti dai forti venti da SW, un’ottima opzione quando dalle altre parti le condizioni del mare sono insurfabili. Questa costa è anche la più protetta che potete trovare d’estate, quando i forti venti da mare soffiano su tutto il Western Australia.

Sulla costa ad ovest di Cape naturalise, tra Yallingup e Gracetown scendendo verso sud, offre onde per tutti i livelli di surf, dai principianti agli esperti. Nei giorni in cui l’abbiamo visitata era molto ventosa e con onde grosse e disordinate.

Grazie all’aiuto della nostra guida locale Claire Bevilacqua, surfista italo australiana di grandissima esperienza, abbiamo potuto surfare i migliori spots della zona e sfruttare al meglio le condizioni di onda che abbiamo trovato nella settimana.

Gracetown , chiamata anche Cowaramup Bay o “The Bay” è un piccolo villaggio che si affaccia su una baia dove si formano ottime onde di qualità mondiale – le più famose sono North Point e South Point.

La prima che s’incontra scendendo la costa verso sud è North Point, un’onda adatta solo per surfisti esperti che forma un tubo che srotola verso destra dentro la baia.

Esattamente dalla parte opposta si trova South Point, un’onda che al contrario di North Point rompe verso sinistra e che nelle sue giornate migliori vi offrirà una delle surfate più lunghe della zona.

Guidando ancora più a sud s’incontra la famosa e caratteristica cittadina di Margaret River. In quest’area ci sono alcune delle onde più buone d’Australia e del mondo.

Se volete alloggiare vicino a questi surf spot, Prevelly Caravan Park è quello che fa per voi. Marg’s Mainbreak è raggiungibile a piedi da questo Caravan Park.

Il surf sport più famoso della zona è proprio quello di Margaret River (Mainbreak). Marg’s è conosciuto in tutto il mondo per le sue gradi onde e per essere senza dubbio uno dei migliori surf spot d’Australia. Purtroppo insurfabile nei giorni in cui l’abbiamo visitato noi, a causa della mareggiata attiva che aveva colpito la costa.

Se non avessimo avuto l’aiuto e la ottima conoscenza del posto della nostra amica locale, non credo che saremmo riusciti a surfare così bene.

Grazie a Claire abbiamo apprezzato al meglio le bellezze di questa regione nella quale abbiamo lasciato una parte del nostro cuore. Una parte dell’Australia che torneremo a visitare sicuramente presto.

———————————————————————————————————————————–

Foto e articolo di Elena Bertolini.

Tutte le immagini sono di proprietà di We Travel We Surf © Copyright 2018

 

You may also like

The Great Ocean Road
A spasso per Sydney
Una mattina come tante
L’alba a Manly

Leave a Reply